Social card covid-19, riapertura termini

Fino alle ore 13.00 del 25 luglio 2020 si potranno ancora presentare le domande per beneficiare dei buoni spesa.

Data:

Sono riaperti i termini per beneficiare dei buoni spesa previsti dalle misure urgenti di solidarietà alimentare di cui alla DGR n. 215 del 27 marzo 2020.

Beneficiari

Potranno presentare domanda coloro che non sono già assegnatari dei buoni spesa con il precedente avviso. In caso di mancato raggiungimento del numero di richieste per l'erogazione del beneficio, verranno prese in considerazione anche quelle pervenute da precedenti beneficiari, secondo ordine di necessità valutata dal competente Ufficio di Servizio sociale.

Modalità di presentazione della domanda

Gli interessati potranno presentare istanza compilando e sottoscrivendo l'apposito modello allegato al presente avviso e inviarlo, insieme a una copia del documento di identità, ai seguenti indirizzi:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

o, in alternativa, è possibile presentare la domanda presso l'ufficio protocollo dell'ente nei seguenti giorni e orari:

  • lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00
  • martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00

rispettando le disposizioni in materia di mantenimento del distanziamento interpersonale e utilizzo dei dispositivi di protezione.

Requisiti per l’accesso

  1. residenza nel Comune in cui viene fatta la richiesta;
  2. per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea, il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità;
  3. valutazione di uno stato di bisogno accertato dai servizi sociali comunali;
  4. non aver alcuna forma di reddito almeno dal 1° primo gennaio 2020 e fino alla data di richiesta di accesso al fondo;
  5. non essere beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogati da Enti pubblici;
  6. solo in casi eccezionali (a titolo esemplificativo e non esaustivo: problemi di salute certificati di almeno un componente del nucleo familiare richiedente, presenza di almeno un minore fino a 12 anni) può essere richiesto il contributo una tantum anche dai beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà previa certificazione dei servizi dei sociali comunali.

Modalità di calcolo del contributo

Il contributo una tantum sarà calcolato per nucleo familiare secondo le indicazioni di seguito riportate:

  • fino a € 200,00 per un nucleo composto da una sola persona;
  • fino a € 400,00 per un nucleo composto da due persona;
  • fino a € 600,00 per un nucleo composto da tre persone;
  • fino a € 700,00 per un nucleo composto da quattro persone;
  • fino a euro 800,00 per un nucleo composto da cinque o più persone.

 

Allegati

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies Accetto i cookies